domenica 31 luglio 2011

Tre cavalli - Erri De Luca

Questi scatti nascono dall’esigenza di dare forma alle sensazioni nate leggendo Tre cavalli, di Erri De Luca. L’idea è quella di trasmettere un po’ dell’atmosfera, dei colori e dei sapori che si scoprono tra le pagine di questo libro. Non una rappresentazione testuale, non una storia illustrata. Solo un tentativo di far saggiare il testo a chi non l’avesse mai letto, e di rievocare qualche immagine a chi, come me, ne è rimasto colpito.




"Leggo solo libri usati perché le pagine molto sfogliate e unte dalle dita pesano di più negli occhi, perché ogni copia di libro può appartenere a molte vite e i libri dovrebbero stare incustoditi nei posti pubblici e spostarsi insieme ai passanti che se li portano dietro per un poco e dovrebbero morire con loro, consumati dai malanni, infetti, affogati giù da un ponte insieme ai suicidi, ficcati in una stufa d’inverno, strappati dai bambini per farne barchette, insomma ovunque dovrebbero morire tranne che di noia e di proprietà privata,, condannati a vita in uno scaffale."




"Al giardino Selim viene per le mimose e per parlare un po’ del suo paese dove si va scalzi e per questo si parla volentieri. Quando tu metti le scarpe non parli, questo pensa di noi. Senza la nuda pianta del piede sopra il suolo, noi siamo isolati, dice la sua lingua che deve avere dentro una lisca d’argento per essere così sonante. È verità, dico, è puro amen: tutta la nostra storia è una scarpa che ci stacca dal suolo del mondo. "




"(Selim) dice: qui da voi si fabbrica con acqua dalla terra. Prendete acqua da un pozzo, da una fontana, da un fiume. Da noi si fabbrica con acqua di cielo. La raccogliamo e quando ne abbiamo un poco, impastiamo con quella. Le nostre case sono fatte di pioggia, sono più nuvole che case. E ride Selim, ride sulle case del mondo. "




"Io conosco le vite che durano un giorno e arrivare a notte è già morire vecchi." 










Veronica.

12 commenti:

  1. E' possibile che io sia riuscito a sentire (in corsivo) le sensazioni che nascono dalla tua lettura pur non avendo letto il libro? Si. Ed è solo grazie alla tua capacità espressiva. Potente come la delicatezza di un gesto inaspettato. Una capacità che fa solo da sfondo alla tua capacità artistica, immensa. Averti donato lo strumento giusto per creare la tua arte, mi riempie di orgoglio e di gioia. Brava ragazza. Eccezionale!

    RispondiElimina
  2. Sono piacevolmente impressionata! De Luca è fantastico e tu piccola Veronica lo hai sottolineato e lo hai fatto attraversare dentro te e uscire dai tuoi occhi in immagini perfette...bacio! Imma.

    RispondiElimina
  3. Eccomi!
    Finalmente! Lo aspettavo. Sono felice perchè ho letto piccole perle di tue impressioni, perchè ho visto immagine delle tue impressioni e perchè ho sentito ogni minimo tuo immergerti nel mondo dell'Arte. Già amo De Luca. Spero di leggerlo presto.
    Complimenti per la tua Arte. Sai che la ammiro.
    Abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Aspettavo con ansia che pubblicassi qualcosa di nuovo :D e leggendo questo post ho una gran voglia di leggere quel libro!Immagini e parole evocative *-*

    RispondiElimina
  5. Bellissimo post! le tue foto sono veramente splendide e ben accompagnate da questi meravigliosi pensieri! Veramente molto bello tuto ciò!
    A presto..Sibilla

    RispondiElimina
  6. @Ser Vlad: a me riempiono di gioia ed orgoglio le tue parole. E' un'immensa soddisfazione ricevere simili complimenti da chi mi ha insegnato tanto. Ti ringrazio davvero di cuore! La tua Nikon sta ricevendo le migliori attenzioni ;)

    @Imma: che meravigliosa sorpresa! Il tuo commento mi ha lasciato un sorriso stampato sul volto, come una bambina che si sente dire "brava" per un suo disegno! Ti ringrazio moltissimo.

    RispondiElimina
  7. @Anita: come sempre, troppo. Se vuoi ti presto il libro, sarei curiosa di sapere che ne pensi! Grazie davvero, vedere abbinato il mio nome alla semplice parola Arte mi fa sobbalzare...di gioia. Un abbraccio!

    @Dreamy Melrose: addirittura in attesa? Mi sento quasi importante! Grazie mille cara! Se lo leggerai, voglio sapere assolutamente le tue impressioni!

    @Sibilla: sei, come sempre, gentilissima. Grazie davvero! I tuoi commenti mi danno sempre una grande carica!

    RispondiElimina
  8. naturalmente.. bravaverzu!
    vorrei sottolineare le mie scarpe ;) yeah

    RispondiElimina
  9. splendide e delicate fotografie... anche a me è venuta voglia di leggere il libro! :P complimenti!!!

    RispondiElimina
  10. @Ale: le tue converse sono storiche :) che bello vederti passare di qui! Grazie! Peace <3

    @Giulia: grazie mille cara! Felice di averti incuriosita ;)

    RispondiElimina
  11. Splendide foto, la quotidianita' e' palpabile, bel post, il libro mi incuriosisce...Ciaoooooooo

    RispondiElimina
  12. Silvia ti ringrazio molto! Io ho letto il libro proprio per caso, ma per certi versi è stato illuminante ;)

    RispondiElimina